Maometto e Afrodite: quando il principio divino femminile fu radiato dall'Islam (Il Foglio del 2 ottobre)
Salman Rushdiè è stato condannato a morte in odio al princip ...
Sharia e democrazia, un connubio impossibile (Il Giornale del Popolo di Lugano del 5 agosto)
La domanda cruciale sulla possibilità o meno di una afferma ...
Bricolage costituzionale nell'Egitto ormai in mano ai generali (Il Foglio del 19 giugno)
Bluff contro bluff, il candidato dei Fratelli Musulmani Moha ...
La fine della concertazione imposta da Monti sgretola la natura stessa del PD (Unione Sarda del 21 marzo)
“Non è più tempo di concertazione”: Mario Monti ha dato con ...
I nostri cari alleati libici torturano come pazzi, ma Monti fa finta di nulla (Libero del 27 gennaio)
“Il nostro compito è curare feriti in guerra e detenuti mala ...
La legge elettorale sostituisce .-ahimé- le riforme costituzionali (Unione Sarda del 12 gennaio)
Le leggi elettorali sono tra gli argomenti più ininteressant ...
L'Italia e la diplomazia da suk del nuovo governo libico (Libero del 16 dicembre)
Un bisogno disperato di soldi, cash: questo nascondevano le ...
Siria: la Turchia interviene .nonostante Ue, Usa e Lega Araba- ed entra in rotta di collisione con Assad, la Russia e l'Iran (Il Foglio del 22 novembre)
A distanza di poche ore la Russia ha accusato la Turchia di ...
Sono più i missili iraniani puntati contro l'Arabia Saudita di quelli puntati contro Israele. Ma... (Il Foglio del 17 novembre)
I missili iraniani puntati contro la penisola Araba e l’A ...
Tunisia, vincono gli islamisti alla turca, speriamo bene... (Il Foglio del 25 ottobre)
Affermazione piena di Ennhada nelle elezioni tunisine, cont ...
Bersani perderà le elezioni a causa di... Beppe Grillo! (L'Unione Sarda del 20 ottobre)
Pierluigi Bersani è distratto, molto distratto, perché si ac ...
Con la crisi greca, la sovranità degli stati Ue passa alla Bce, il nuovo governo europeo (Unione sarda del 29 settembre)
La malattia dell’Europa dell’Euro è presto diagnosticata: h ...
Il personaggio
Breve viaggio nella vita di Carlo Panella
Partecipa al Blog, lascia un commento...
 
popoliliberi

08/10/2010 03:52:12

Caro Panella complimenti per il suo coraggio e per la sua perspicacia. L'islam è chiaramente un pericolo per tutti noi per le nostre libertà i diritto che noi occidentali , noi europei, tutti dalle isole dell'egeo a all'atlantico abbiamo faticosamente conquistato. L'islam predica odio e tanti ragazzi islamici vengono indottrinati e istigati all'odio nei nostri confonti sin da piccoli, diventano dei fanatici molto pericolosi sia a livello microsociale che macro. Bisogna combattere l'islam ,fermare l'immigrazione in eccesso e favorire le nascite autoctone. E sopratutto bisogna garantire l'integrazione.
 
GIANCARLO MATTA

24/09/2010 21:07:11

Egregio Signor Carlo Panella,
Anzitutto mi complimento per i Suoi recenti articoli. Una domanda:
secondo la Sua esperienza, come mai in Italia la gente ''di sinistra'' ama tanto i musulmani?Nell'attesa di risposta, un cordiale saluto. G. M.
 
elisabetta

07/07/2010 11:15:57

Fin dove uno puo' cambiare idea? – si chiedeva l’ultimo lettore che ti ha scritto, ormai molto tempo fa –
Anch’io mi sono posta una domanda simile e poi ho provato a rispondermi…

(Spesso restaurando una vecchia tela riaffiorano tracce di altre forme, nascoste dagli ultimi strati di colore. Potra' apparire un albero attraverso un abito di donna; dietro un bambino potra' nascondersi un cane o una barca rimasta senza mare. Si parla allora di ripensamenti, un modo ricercato per dire che il pittore ha cambiato idea. - dal film Julia di Fred Zinnemann - )
Io credo che tu sappia perfettamente quanti e quali strati di colore ti siano serviti per “cambiare idea” e attraverso quali ripensamenti sei arrivato ad essere quello che sei.

Io credo che se qualcuno era sincero onesto attento e profondo in Lotta Continua continui ad essere tale anche altrove (e’ solo un peccato per noi dell’estrema sinistra averlo perso!).
Chi invece si e' venduto era gia’ una ''rumenta'' anche quando stava con noi, anche se noi, allora, non lo sapevamo!

L’unica cosa che ti ''contesto'' e’ quella di non permettere ai tuoi lettori di commentare ogni volta gli articoli che scrivi per Libero e poi riporti qua…

 
Montazeri e Panella: quale differenza?

28/12/2009 11:42:11

Caro Panella, mi scuso per il fuori tema.
Ho letto il suo articolo su Montazeri. Cos'e' che l'angustia della sua ribellione a komeini?
Gli imputa di essere un voltagabbana? Lei dovrebbe sapere piu' di me che...meglio tardi che mai! Lei e' un'ex compagno che ando' a Teheran non certo facendo il tifo per lo scia'...
Fin dove uno puo' cambiare idea? Gradirei la risposta e le mando cordiali saluti.
Ulderico
 
ErmannoDiSalza

10/12/2009 21:32:18

A proposito della diatriba TettamanziVS Calderoli vorrei dire a certa curia che la nostra normalità non è un dato scontato, non siamo privilegiati immersi nel benessere, siamo un gregge che le poche cose che ha se le è guadagnate con le lacrime e il sangue di generazioni. Io vivo in un condominio di 24 appartamenti ho due figli e la mia quotidianità è una continua lotta per il mantenimento di un equilibrio che non è solo economico ma educativo verso me stesso e verso gli altri. Un equilibrio in cui cerco di praticare ed insegnare la buona educazione che si traduce in un formalismo che diventa infine rispetto verso il proprio vivere e il vivere degli altri. Ma questo equilibrio di reciproco rispetto già di per se così difficile da mantenere diventa un fallimento di fronte all'arroganza, alla maleducazione, al menefreghismo verso ogni elementare forma di educazione di tanti troppi extracomunitari. Inoltre tanti Vescovi così profondamente impegnati nell'accoglienza dell'altro dimenticano che questa accoglienza lungi dal ricadere su di loro infine ricade su noi poveri fedeli quindi abbiano almeno un pò di rispetto verso la soldataglia verso la quale urlano continuamente armiamoci e partite. Ed infine un accorato appello a tanti Vescovi e Preti così innamorati della tolleranza del buonismo dei grandi programmi socio/ecumenici da aver dimenticato che c'è un gregge che è qusi sistematicamente dimenticato per il quale non c'è più tempo e non c'è più carità, il gregge di noi normali fedeli.
 


Lascia un messaggio
Mittente
E-Mail
Testo